Sportello Lavoro Autonomo

Sportello Lavoro Autonomo



Emergenza COVID 19 – Modalità accesso misure sostegno Liquidità Professionisti

Presentiamo alcune sintetiche informazioni su due strumenti a cui i professionisti possono accedere per ottenere un prestito utile a generare liquidità in questo momento particolarmente difficile. Il CNI, insieme ad altri Consigli e Collegi Nazionali, si è adoperato presso il Governo e presso Inarcassa al fine di attivare o migliorare le misure messe in campo per sostenere gli iscritti l’Albo.

Siamo pienamente coscienti che le misure attivate per l’emergenza, specie quelle orientate a chi opera nella libera professione, sono ancora fortemente carenti; per questo il CNI continuerà ad interloquire con il Governo, con il Parlamento e con Inarcassa affinché vengano apportati miglioramenti significativi agli strumenti messi in campo e vengano attivate nuove più pregnanti misure.

A questo proposito, in caso di difficoltà ad ottenere il credito previsto dai provvedimenti attualmente in essere, puoi inviare una comunicazione all’indirizzo mail: segreteria@fondazionecni.org , inserendo nell’oggetto: Liquidità per i professionisti ed indicando la problematica e la filiale alla quale Ti sei rivolto, per consentire al CNI una più ampia conoscenza delle problematiche e per poter eventualmente chiedere correzioni e/o modifiche ai provvedimenti.

Gli strumenti attualmente disponibili per ottenere finanziamenti a condizioni agevolate sono:

  • un prestito fino ad un massimo di 25.000 euro e fino ad un massimo del 25% del reddito dichiarato, erogato dal sistema bancario e garantito al 100% dallo Stato attraverso l’apposito Fondo di Garanzia per le PMI;
  • un prestito a tasso zero fino ad un massimo di 50.000 euro erogato dalla Banca Popolare di Sondrio agli Iscritti ad Inarcassa in regola con i versamenti contributivi.

Di seguito alcune informazioni:

Informazioni sulle Modalità accesso misure sostegno Liquidità Professionisti



Convenzione tra Fondazione CNI e Fondazione dei Consulenti del Lavoro


Politiche attive Regionali

In questa sezione sono riportate le misure finalizzate al sostegno dell'occupazione rivolte ai liberi professionisti e alle piccole imprese suddivise per regione attive in questo periodo di emergenza.

TOSCANA

SARDEGNA

EMILIA ROMAGNA

CALABRIA

CAMPANIA

BASILICATA

ABRUZZO

TRENTINO ALTO ADIGE

LOMBARDIA

PUGLIA

LIGURIA

FRIULI VENEZIA GIULIA

PIEMONTE

MARCHE

UMBRIA

MOLISE

VALLE D´AOSTA

LAZIO

SICILIA